La barba incolta, sinonimo di bello dannato 

0
207

Come curare la barba per avere un risultato perfetto

Una delle tendenze maschili più in voga in quanto conferisce la sensazione di un effetto selvaggio e naturale, oltre che virile. La barba incolta richiede però delle cure al pari o anche maggiori di una semplice e rapida rasatura. Anche quando incolta deve essere necessariamente curata e molti uomini peccano proprio in questo. Infatti in tanti la lasciano crescere senza mai regolarla e in modo del tutto casuale. In questo caso la vera tendenza sta proprio nella cura della barba.

Barba incolta sì ma…curata!

Se avete deciso di cambiare look e farvi crescere la barba, sappiate che dovrete comunque curarla, dedicandole le giuste attenzioni ed il tempo necessario. Quindi, se sapete di non avere pazienza…lasciate perdere! Al contrario di come molti pensano, tenere la barba incolta non significa farla crescere senza regola a suo piacimento, richiede anche in questo modo una cura costante per fare in modo di avere una barba davvero bella.

Barba incolta corta o barba incolta lunga?

La barba “incolta” non va coltivata. Sbagliato! Questo se si tratta di barba incolta corta, ovvero cresciuta non oltre i tre giorni. Una volta raggiunto questo limite, occorre procedere o alla rasatura o ad una cura costante fatta di regolazioni e detersioni. Se invece volete sperimentare il fascino selvaggio di una barba lunga incolta ma non sapete come fare, il consiglio è quello di rivolgervi ad un buon barbiere.

Alcuni consigli su strumenti e idratazione per avere una bella barba incolta

Non a tutti gli uomini piace avere la barba lunga. Per questo in molti preferiscono una via di mezzo tra la rasatura totale e la media lunghezza, optando per una barba incolta o per la classica barbetta. Avere la barba incolta significa monitorarla almeno ogni due/tre giorni dall’ultima rasatura. Si procederà poi a spuntare o pettinare i peli selvaggi che creano disarmonia. Sarà quindi indispensabile dotarsi di alcuni strumenti utili che vi faranno risparmiare tempo e ottenere l’effetto desiderato: innanzitutto uno specchio, quindi un regolabarba che permette di poter definire con estrema precisione la peluria facciale. Grazie a questo strumento si potrà andare a lavorare sulla crescita spontanea dei peli su mento e basette. È buona regola usarlo ogni 6 giorni tagliando di circa 4 millimetri ed in modo omogeneo la barba. Durante questa operazione fate attenzione a non cadere nella tentazione di rasare via tutto! Se avvertite del prurito eccessivo provate ad ammorbidire la barba con apposite creme e idratate costantemente con saponi o shampoo specifici. Concludendo, farsi crescere la barba richiede pazienza e abnegazione. In assenza di questi due importanti elementi, sarebbe meglio dedicarvi a qualcosa di meno impegnativo. Quindi, barba incolta sì, purché sia ben curata. Anche essere attraenti richiede tempo e cura. Allora perché rinunciare?

Se anche tu pensi di voler optare per la barba incolta e vorresti saperne di più a riguardo, qui puoi trovare tutti i consigli per avere una perfetta barba incolta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here