Perché diventare barman?

Il lavoro del barman

La scelta della professione da svolgere è certamente una delle più importanti nella vita di una persona. Se siamo giovani e ci stiamo chiedendo quale strada intraprendere, probabilmente ci sentiamo confusi di fronte a tante possibilità.

Oggi vogliamo parlare di una professione tra le più richieste nel mondo del lavoro. Stiamo parlando del barman. Perché prendere in considerazione l’idea di diventare barman?

Lo consiglia il mercato

Le statistiche dimostrano una continua ed inesorabile crescita nell’ambito dei locali serali. Sembra, in parole povere, che le persone possano fare a meno di tutto tranne che delle serate trascorse in un locale esclusivo per bere qualcosa, o di fare una pausa nel proprio bar preferito durante la giornata. Vista la crescente richiesta, sarebbe un errore non considerare la possibilità di intraprendere una carriera in questo settore.

Paghe

Potremmo chiederci quanto guadagna un barman. Questo dipende dalla sua formazione ed esperienza, ma anche dalla location in cui esercita. Un barman a New York guadagnerà molto di più di uno che esercita in un paese di provincia in Italia.

Giusto per farci un’idea, comunque, possiamo dire che lo stipendio medio di un barman in Italia parte da un minimo di 1000 euro al mese, per arrivare a circa 3000 euro per le figure più specializzate.

Da non sottovalutare sono le entrate frutto delle mance. Basti pensare che in alcune località a forte tendenza turistica, alcuni barman pagano per lavorare dietro al bancone, perché sono sicuri di guadagnare molto di più solamente grazie alle mance. Nel locale giusto, quindi, le mance possono regalarci praticamente un altro stipendio.

Un lavoro interessante

Non vogliamo trascorrere le nostre giornate nel fare un lavoro ripetitivo e noioso? Bene, questo non succederà decidendo di fare il barman. Parliamo infatti di una professione che ci permette di interagire con tantissime persone. Potremo sperimentare cocktail e bevande sempre nuove e di tendenza. Si tratta inoltre di una professione molto richiesta nelle località turistiche.

Possibilità di carriera

Con il tempo e l’impegno necessario sarà possibile continuare a formarsi per specializzarsi in una branchia specifica della professione.

Potremo, ad esempio, diventare fliar bartender, l’acrobata del bar, che con una certa nonchalance renderà la preparazione dei cocktail un vero spettacolo senza per questo venire abbassare lo standard qualitativo del risultato finale.

Molto richiesta e tra le più pagate è la figura del mixologist, che grazie alla profonda conoscenza delle componenti delle varie bevande ed al suo approccio quasi chimico alla materia, sarà in grado di realizzare cocktail del tutto unici ed originali.

I corsi barman Roma della Fliar Bartender’s school sono tra i più accreditati nel settore. Seguire un corso professionale del genere ci darà delle solide basi per partire con il piede giusto e trovare in tempi più rapidi il giusto lavoro a delle condizioni contrattuali più vantaggiose.

Benché non sia obbligatorio seguire un corso, la formazione presso una scuola accreditata è certamente un ottimo biglietto di presentazione per i candidati quando si offrono per lavorare in un locale.

 

Le attrazioni imperdibili di New York

Il fascino della città che non dorme mai

E’ una delle mete più visitate dai turisti di tutto il mondo. Conosciuta per i suoi grattacieli immensi, per le mille culture che ospita, per i colori e per i parchi bellissimi, New York merita sicuramente di essere visitata.

Data la sua enorme estensione, diventa essenziale stabilire una tabella di marcia per visitarla, identificando in anticipo quali sono le attrazioni che non si vuole assolutamente perdere.

Facciamo comunque una premessa. In questo articolo ci soffermeremo solamente sulle attrattive più visitate. In realtà godersi New York significa entrare e perdersi nelle sue strade, provare uno dei tanti ristoranti etnici, andare a vedere uno spettacolo a Broadway o visitare uno dei suoi grandi musei. Si tratta di una città estremamente viva, che merita di essere vissuta appieno e che vi farà venire il mal di piedi dal tanto camminare!

Quello che dobbiamo assolutamente vedere

Percorrere il ponte di Brooklyn a piedi o in bici, soprattutto al tramonto, è un’esperienza imperdibile che dobbiamo assolutamente fare. Questa mastodontica struttura ci offre mille scorci bellissimi sui 2 quartieri che collega, Brooklyn e Manhattan. Percorrerlo al tramonto è il massimo!

Se siamo amanti delle passeggiate panoramiche, allora non possiamo perderci l’Highline. Si tratta in realtà di un’attrazione piuttosto recente, una ferrovia sopraelevata dismessa ed allestita con delle fioriere che permette di rilassarsi con i grattacieli sullo sfondo.

Central Park è quello che ci servirà quando vorremo fare una pausa dal caos metropolitano e rilassare la mente ed il corpo in quest’oasi verde. Si tratta del parco cittadino più grande della città, ricco di prati, viali alberati, laghetti e ponticelli. Alcuni scorci li possiamo facilmente riconoscere visto che appaiono in molte pellicole cinematografiche e serie televisive.

Tra i quartieri più tipici di Manhattan vi sono China Town e Little Italy, tra i più colorati e folkloristici, dove possiamo trovare non solo ristoranti tipici, ma anche molti negozi di souvenir pe trovare dei pensierini a buon mercato per i nostri amici.

L’Empire State Building è un grattacielo stile art decò che ha detenuto il titolo di palazzo più alto del mondo per oltre 40 anni. E’ possibile visitare il suo interno e salire fino in cima. Dopo una lunga salita in ascensore, ci attenderà una delle viste più incredibili su cui i nostro occhi possano posarsi! Letteralmente da mozzare il fiato!

Times Square è la piazza più conosciuta della Grande Mela, celebre per i suoi tanti negozi particolarmente eccentrici e per i giganteschi pannelli digitali luminosi colorati. Nella piazza sono presenti diversi artisti di strada che fanno mostra delle loro abilità.

Per gli appassionati dell’arte della storia e della scienza, una tappa imperdibile sono i musei cittadini. I più celebri e ricchi di opere sono il Metropolitan Museum, il Museo di storia naturale, ed il MoMa, il museo di arte moderna.

Prima di partire per gli States è bene assicurarsi di avere tutti i documenti necessari, tra cui l’ESTA, una sorta di visto per gli stranieri, ed il passaporto.

Tour culturale a Milano

Per gli amanti dell’arte, lItalia rappresenta senza dubbio il non plus ultra. Le sue città si rivelano spesso dei veri e propri musei a cielo aperto, rivelandoci la storia di questo paese, così complessa e nello stesso tempo affascinante, che spesso si va a sovrapporre attraverso strutture architettoniche che ci raccontano di periodi storici diversi, di famiglie potenti che hanno dominato per lunghi periodi e che hanno reso unica questa nazione. Possiamo raggiungere la città dagli aeroporti con mezzi pubblici o con taxi. Sempre più persone utilizzano il servizio Guidoo ncc, che consente di effettuare il noleggio con conducente. Questa opzione ci permette di raggiungere agevolmente le nostre mete, di organizzare i nostri spostamenti evitando le perdite di tempo e lo stress legato al dover guidare in una grande città, trovare parcheggio, etc.

Proporre una meta piuttosto che unaltra si rivela impresa ardua. Oggi raccomandiamo un itinerario di viaggio su misura per chi desidera trascorrere un week-end allinsegna della cultura e della storia di una delle città più affascinanti del bel paese: Milano.

Milano, città d’arte

Quando si parla di Milano, la mente va sicuramente alla modernità di questa città cosmopolita, grazie alla sua elevata industrializzazione ed alla presenza della borsa, centro della finanza italiana, ma anche alla sua rilevanza nel mondo della moda, della movida e di molto altro. Ma pensare a questa metropoli solamente in questi termini risulta certamente riduttivo. Molti dei suoi punti di interesse sono infatti di richiamo artistico e storico. Ecco alcune idee per un tour della città.

Castello Sforzesco: un complesso di fortificazioni imponenti che racconta la storia delle famiglie che si sono susseguite nella dominazione del territorio, gli Sforza ed i Visconti. La sua maestosità è arricchita oggi dalla presenza di diversi musei al suo interno.

La Pinacoteca di Brera: una delle più importanti gallerie darte antica e moderna, che ospita opere di artisti del calibro di Piero della Francesca, Caravaggio, Mantegna e Bramante. Non si può non menzionare uno dei più celebri capolavori del romanticismo italiano presente nella collezione: Il bacio di Hayez.

La Galleria darte moderna: La più importante collezione di opere darte dellottocento, situata nella Villa del Belgiojoso.

Il Museo del Novecento: questa esposizione raccoglie le più importanti opere del XX secolo, contribuendo ad allargare la visione della modernità attraverso le rappresentazioni di pittori e scultori esponenti di varie correnti artistiche. Una delle opere più celebri è sicuramente Il quarto statodi Volpedo.

La chiesa di Santa Maria delle Grazie: la basilica, appartenente allOrdine Domenicano, è entrata a far parte della lista dei siti patrimonio dellumanità dallUnesco, grazie anche alla presenza di una delle opere più importanti e chiacchierate di Leonardo da Vinci: Lultima cena. Questo affresco è sicuramente lattrazione maggiore della basilica, ma non lunica.

La lista potrebbe continuare ancora per molto: potremmo menzionare il museo civico di storia naturale, il museo civico archeologico, il museo nazionale della scienza e della tecnologia Leonardo da Vinci, il museo delle culture, e così via. Abbiamo perciò solo limbarazzo della scelta per realizzare un tour affascinante che ci regalerà emozioni e che ci permetterà di tornare a casa arricchiti. Da sottolineare come la città sia ben collegata attraverso le linee metropolitane e gli aeroporti di Malpensa o di Linate. Distante solo 30 min. di auto c’è anche laeroporto di Bergamo, Orio al Serio.

Arredare gli interni con la luce: la tecnologia LED convince tutti

Molte persone pensano che le luci a LED si trovino solo sugli schermi televisivi e sulle auto della polizia. In realtà, queste luci sono più comuni di quanto si creda. Con le lampadine e le strisce LED, è possibile rendere un ambiente più colorato, conveniente ed energeticamente efficiente. Per la decorazione di una casa, la tecnologia LED ritorna utile in diversi modi.

I diversi tipi di lampadine

Prima di effettuare qualsiasi acquisto, è opportuno conoscere i diversi tipi di luci disponibili. Potreste pensare che tutte le lampadine siano fatte per essere uguali, ma in realtà esse si distinguono per colore, forma, dimensione, numero di lumen e potenza. Un certo numero di vantaggi e svantaggi sono forniti con ogni tipo di lampadina. Non c’è lampadina che sia la migliore, ma i LED si superano fra loro a causa dei notevoli risparmi energetici.

Le lampadine a incandescenza sono quelle più comuni ed economiche da usare nelle case e negli uffici. Le luci alogene sono simili a quelle ad incandescenza, con la differenza che la luce emessa è simile alla luce naturale, quindi è più luminosa e più bianca. Colori e persone risaltano meglio con le lampade alogene, pertanto, a causa di questa importante qualità, le lampadine alogene sono più utili in alcune stanze e situazioni.

Le luci alogene offrono un risparmio maggiore in termini di energia e denaro rispetto a quelle incandescenti. Tuttavia, sia il costo che la temperatura sono più alti, per cui rischiereste di scottarvi toccandole a mani nude quando sono accese o appena spente.

La tecnologia LED, dunque, oggi è la forma di illuminazione più nuova e migliorata poiché le luci sono molto più efficienti dal punto di vista energetico e durano più a lungo. Anche se sono stati fatti tanti progressi, l’illuminazione a LED ha ancora un ampio margine di miglioramento affinché si integri completamente nelle abitazioni. La luce, infatti, è solo direzionale, quindi risplende in un’unica direzione senza diffondersi in tutta la stanza. Per far fronte a questo problema, ci sono in commercio dei modelli migliorati costituiti da grandi gruppi di LED (vedi su Luceled).

Grazie alla tecnologia LED, è possibile non solo risparmiare energia e salvaguardare l’ambiente, ma anche arredare gli interni della casa. Ecco alcuni modi per farlo.

Decorare i serramenti con i LED

Forse non avete mai pensato a questo consiglio di arredamento, ma potete abbellire i vostri serramenti usando le luci a LED. Quando arriva il periodo natalizio, queste luci possono dare un ottimo contributo per dare alla vostra casa un aspetto migliore.
Posizionate le strisce LED intorno ai telai di porte e finestre per rendere le stanze più luminose anche quando lampadari e lampade sono spente. Inoltre, in questo modo, la vostra casa sarà più attraente anche dall’esterno o potete anche risparmiare sulla bolletta energetica.

Creare parole e frasi con le luci LED

Potete utilizzare i moduli LED sottili e flessibili per comporre parole e frasi diverse che possono decorare le pareti di casa. In questo modo, potete migliorare l’aspetto di qualsiasi messaggio che desiderate inviare ai vicini o agli ospiti; in ogni caso, assicuratevi che il vostro messaggio sia ben visibile anche durante le ore diurne, il che di solito è garantito dalla comprovata affidabilità delle luci a LED. Queste luci possono rimanere accese per innumerevoli ore senza sfarfallio e senza il rischio che possano bruciarsi.
Arredare gli interni con la tecnologia LED è un lavoro che potete eseguire anche in compagnia dei bambini, i quali possono diventare più creativi creando parole illuminate, immagini e figure tridimensionali con l’uso di queste luci. Queste ultime, infatti, siccome funzionano a bassissima tensione, non rappresentano alcun pericolo per i più piccoli.

Creare una palla LED

Se la vostra casa è troppo modesta, potete renderla più particolare creando una palla con le luci LED. Per fare ciò, dovete avere a disposizione una sagoma di forma sferica alla quale attaccherete le luci. Potete collocare la palla LED in qualsiasi stanza della casa, anche se il salotto sarebbe l’ambiente ideale per ospitare questa creazione.

Decorare le piante d’appartamento coi LED

Potete usare le luci LED per illuminare le vostre piante d’appartamento, rendendole un vero e proprio punto luce. In questo modo potrete fornire la giusta illuminazione al corridoio, che in alcune case spesso è la parte più scura. Inoltre, non dovrete preoccuparvi in alcun modo perché i LED sono impermeabili e resistenti al fuoco, quindi non sussiste il pericolo d’incendio.

Arredare il giardino interno con luci a LED

Se avete un giardino interno, potete godervi questo spazio applicando l’illuminazione a LED per ravvivare poltrone, divanetti e quant’altro sia presente. Inoltre, poiché queste luci sono disponibili in una vasta gamma di colori, potete ogni volta cambiare tonalità e dare alla vostra casa sempre un aspetto diverso.

Qualsiasi sia il loro utilizzo, i vantaggi derivanti dall’uso di lampadine e strisce LED sono fondamentali: basso consumo energetico, varie scelte di colore e costi d’acquisto accessibili a tutti. Insomma, non c’è alcun motivo per cui un interior designer dovrebbe ignorare questa tecnologia innovativa per arredare le case.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi