Come utilizzare le keyword giuste per un e-commerce

0
108

L’importanza delle keyword in una strategia di marketing

Quando parliamo di digital marketing ci riferiamo ad un campo estremamente vasto, e stilare una strategia su misura di una determinata attività richiede delle conoscenze trasversali e l’intervento di professionisti del settore.

La ricerca keyword è uno dei punti cardine di ogni strategia digital che si rispetti. Cos’è una keyword, e perché è così importante? Naturalmente, per ottenere risultati tangibili ed in poco tempo sarà necessario rivolgersi ad un gruppo di professionisti esperti nel settore, come ad una agenzia SEO a Roma.

Una keyword è una serie di parole (di solito si tratta di 2 o 3 parole, ma possono essere anche di più) che viene digitata frequentemente dagli utenti che fanno una ricerca sul motore di ricerca in un determinato campo. Grazie a dei software è possibile conoscere quali sono le keyword con il più grande volume di ricerca e che non hanno tantissima concorrenza. Utilizzando queste parole chiave specifiche aumenteremo le possibilità che la nostra pagina venga proposta tra i primi risultati nel momento in cui un utente fa una ricerca pertinente.

Soprattutto per quanto riguarda un e-commerce è importante inserire delle keyword con un certo criterio. Per capire meglio il punto, andiamo a scoprire quali sono le diverse tipologie di keyword.

Le principali 3 categorie di keyword

Le keyword informazionali sono quelle che rispondono alle domande “come”, “perché”, “quale”, e sono volte ad un pubblico che è ancora in fase di raccolta di informazioni in un determinato campo, che non sono cioè ancora interessate ad acquistare qualcosa. Di solito vengono inserite all’interno di un blog, che in un sito e-commerce ha la sua importanza. Grazie al blog possiamo infatti fornire alle persone informazioni di valore senza il chiaro scopo di vendere qualcosa. In questo modo diventeremo delle autorità in quel campo specifico, e nel momento in cui saranno pronte ad acquistare un prodotto o un servizio da noi offerto, sapranno già a chi rivolgersi.

Le keyword transizionali sono invece quelle strettamente legate alla vendita. Sono frasi brevi che contemplano parole come “offerta”, “prezzo”, “spedizione”, e che pertanto si rivolgono a persone che hanno già il portafoglio in mano, per così dire. Vengono utilizzate con successo all’interno delle schede prodotti o delle pagine di una categoria prodotti di un e-commerce.

Abbiamo infine le keyword brandizzate o navigazionali, quelle che contengono al loro interno il nome del nostro brand. Si possono iniziare ad utilizzare per costruire un po’ alla volta la propria brand identity.

Queste che abbiamo appena menzionato sono le 3 tipologie principali di keyword. Un bravo Copywriter riuscirà ad inserirle nella sezione giusta di un sito internet. Se ad esempio utilizzasse troppe keyword transazionali in una pagina di un blog, l’utente potrebbe sentirsi preso in giro. Lui sta solo cercando delle informazioni, e potrebbe sentirsi forzato ad acquistare qualcosa quando ancora non è psicologicamente pronto per farlo.

Anche l’inserimento delle keyword all’interno dei testi deve essere effettuato con cura. Benché il SEO Copywriter scriva in ottica di ottimizzazione, egli non deve dimenticare che sta scrivendo per degli esseri umani, e che pertanto le parole chiave devono risultare un’amalgama armoniosa con il contesto, e non delle forzature che stonano con tutto il resto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here